Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa

Immagine Home Page

Immagine Home Page

Immagine Home Page

Immagine Home Page

Requisiti e modalità di ammissione

Requisiti di ammissione

Il candidato deve essere in possesso di laurea vecchio ordinamento o specialistica/magistrale oppure analogo titolo straniero idoneo. L'idoneità del titolo estero viene accertata dalla commissione esaminatrice o dal Collegio dei docenti del corso. Il titolo richiesto per l'accesso al corso deve essere conseguito entro il 31 ottobre precedente all'inizio del corso.
I candidati, possessori di un titolo straniero equiparabile, per livello, natura, contenuto e diritti accademici (accesso ad ulteriori corsi), al titolo accademico italiano richiesto per l'accesso al dottorato di ricerca, possono, eventualmente, presentare i documenti consolari relativi al titolo di studio (traduzione, legalizzazione e dichiarazione di valore) al solo fine di facilitare la valutazione dell'idoneità del titolo di ammissione al corso.
La domanda di ammissione è comunque subordinata alla valutazione dell'idoneità del titolo estero, ai soli fini dell'iscrizione al dottorato, da parte della Commissione esaminatrice o dal Collegio dei docenti del corso. Al fine di garantire la valutazione dell'equiparabilità del titolo estero, ai candidati è comunque fortemente raccomandato di corredare la domanda con i predetti documenti consolari (traduzione, legalizzazione, dichiarazione di valore) e con altra idonea documentazione utile al fine di verificare gli elementi del titolo estero (Diploma Supplement, certificato degli esami, attestazioni di centri ENIC-NARIC, ecc.). L'assenza di tali documenti potrà infatti pregiudicare la valutazione del titolo di studio straniero come requisito di accesso nel caso in cui la Commissione esaminatrice (o il Collegio dei docenti) non sia in grado di dichiarare la necessaria e già citata equiparabilità.

 

Modalità di ammissione

Si può accedere al dottorato di ricerca:

  1. attraverso l'iscrizione online al concorso il cui bando, di norma, viene pubblicato nel periodo giugno/luglio;
  2. in qualità di soprannumerario ai sensi dell'articolo 11 del regolamento di ateneo sul Dottorato di ricerca.

1. Come partecipare al concorso di ammissione

L'iscrizione al concorso si articola nelle seguenti fasi:

  • iscrizione online
  • pagamento della tassa concorsuale
  • caricamento, tramite upload, del proprio curriculum, di un progetto di ricerca (solo se richiesto dal corso di dottorato) e, nel caso di candidati in possesso di titolo straniero, del titolo di studio accompagnato dall'eventuale documentazione necessaria alla Commissione esaminatrice per valutare l'idoneità del titolo.

2. Per essere ammesso come "Soprannumerario"

Possono essere ammessi, in ogni momento, a un Corso di dottorato dell'Università di Pisa nella categoria dei "Soprannumerari"

  • i titolari di borse o analoghe forme di finanziamento che siano stati selezionati da organismi esterni all’ateneo o consorzi di partner, entrambi nell’ambito di progetti di ricerca ministeriali, europei o internazionali. Il collegio dei docenti deve comunque esprimere il proprio consenso all’ammissione verificando, tra l’altro, la congruità del tema di ricerca con le tematiche scientifiche-disciplinari del corso e valutando l’idoneità del borsista ai fini dell’ammissione tramite il curriculum;

oppure

  • i cittadini non comunitari non regolarmente soggiornanti in Italia, che manifestino interesse a iscriversi a un dottorato dell’Università di Pisa, previo parere favorevole del collegio dei docenti che dovrà verificare l’adeguato livello di preparazione scientifica, l’esperienza di studio e professionale pregressa, il livello di interesse all’ambito disciplinare di riferimento del corso e la congruità del tema di ricerca proposto con le tematiche scientifiche-disciplinari del corso. Tale verifica potrà essere effettuata su curriculum e/o tramite colloquio anche in videoconferenza. Lo studente ammesso al corso dovrà dimostrare di avere, al momento dell’inizio del corso di dottorato, una forma di sostegno economico erogata da un ente pubblico o privato del paese di provenienza, finalizzata a sostenere l’attività di ricerca relativa alla formazione dottorale.

É importante ricordarsi che il titolo straniero, accompagnato dall'eventuale documentazione necessaria al Collegio dei docenti per valutare l'idoneità del titolo stesso, dovrà essere trasmesso in sede di domanda per l’ammissione al Corso di dottorato dell’Università di Pisa.