Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa

Immagine Home Page

Immagine Home Page

Immagine Home Page

Immagine Home Page

Maggiorazione della borsa di studio per soggiorno all'estero

In caso di soggiorno all'estero, l'importo della borsa di studio è aumentato del 50% in proporzione ai giorni effettivamente trascorsi presso la sede ospitante, ciascun periodo deve essere non inferiore a 15 giorni continuativi; il periodo massimo di maggiorazione ottenibile è pari a 12 mesi (18 mesi per i dottorati in convenzione e in co-tutela).
Per ottenere l'aumento della borsa il dottorando deve:

  • prima della partenza ottenere l'autorizzazione formale per il soggiorno all'estero da parte del coordinatore del corso di dottorato emessa sulla base della delibera del collegio dei docenti per il soggiorno all'estero e trasmetterla alla “Direzione Servizi per la didattica e gli studenti – Unità Borse di dottorato, contratti specializzandi e attività contabili”;
  • al termine del soggiorno, presentare alla “Direzione Servizi per la didattica e gli studenti – Unità Borse di dottorato, contratti specializzandi e attività contabili il modulo “MAG” che indichi il periodo di permanenza del dottorando presso l'ente estero stesso debitamente compilato e firmato dal dottorando e dal Coordinatore del corso e corredato da un attestato in originale rilasciato su carta intestata dal responsabile della sede che lo ha ospitato, che confermi il periodo di permanenza all’estero.

In caso di lunghi soggiorni sono possibili pagamenti intermedi relativi comunque a periodi già trascorsi (di norma non inferiori a 30 giorni) utilizzando per ciascun periodo, modulo “MAG” intermedio e attestato intermedio della sede ospitante. In ogni caso la maggiorazione è corrisposta il 30 del mese (contestualmente al pagamento della rata mensile della borsa di studio) se la relativa documentazione perviene entro il 15 dello stesso mese, altrimenti, slitta al mese successivo. Nei mesi di agosto e dicembre il termine ultimo entro cui far pervenire la documentazione è di norma anticipato al 1° del mese.

Nel caso in cui la borsa di dottorato sia finanziata da un ente esterno, è condizione imprescindibile ai suddetti pagamenti, che il finanziatore abbia provveduto anticipatamente a corrispondere all’Ateneo le somme dovute per il soggiorno all’estero.

La documentazione relativa alla richiesta di maggiorazione della borsa di studio deve pervenire aprendo un "ticket" tramite lo Sportello virtuale e allegando un unico file PDF.

Nota bene: Per il rimborso delle spese di missione far riferimento al Regolamento di Ateneo per le missioni fuori sede (disponibile all’indirizzo web https://www.unipi.it/index.php/regolamenti-di-ateneo/item/1604-area-amministrativo-contabile ) e rivolgersi, per l’autorizzazione e la richiesta, al Dipartimento sede amministrativa del corso di Dottorato.